Gravel e mono corona

Si parla molto di monocorona anche sulle nostre bici gravel, voi che ne pensate? Esperienze positive/negative? Interessante articolo di approfondimento su Riecycle.it

Diversi anche i commenti dei nostri followers su Facebook, ve ne riportiamo alcuni qua sotto.

“Se si vuole avere una Gravel come unica bici (avendo un set di ruote da strada e uno da sterrato) credo che la doppia sia inevitabile. Questo perché i salti che impone il monocorona sono troppo grossi per tenere una cadenza ottimale quando la si utilizza come una bici da corsa. La Topstone monta i rapporti ideali nella versione con il 105” – BENEDETTO

 

“Dipende da quanti soldi volete spendere all’anno. In una bici con monocorona, la vita utile della catena non supera i 2000km (1200/1500 por una mtb), a differenza di un doppia, che è oltre il doppio.
È una mossa commerciale. Se avete minimo 11 pignoni, comprate 3 catene, e gli fate fare 500km a turno. Così facendo la trasmissione si consumerà uniformemente, e vi eviterà di spendere un patrimonio. Altro consiglio; comprate un misuratore di estensione catene, con la doppia misura (0.075 e 0.10). Se entra il 0.075mm, ed avete moncorona, avete già fatto il danno. Ci sarà da cambiare catena e pacco pignoni” – MARCO

 

“Io ho fatto dei test brevi su diverse Gravel… e se usata su sterrato penso sia meglio la monocorona… e sulla mia nuova Gravel in consegna ho scelto monocorona….” – SIMONE

 

“Ho il monocorona, l’ho avuto sulla mtb, come costi di manutenzione si. Confermo è maggiore, esteticamente è più bello il mono. Per il resto, credo dipenda dai percorsi e dalle gambe. Io personalmente ho avuto anche la doppia ed è assolutamente migliore del mono. Ma è cmq sempre soggettivo” – ROBERTO

 

Il monocorna su una bici gravel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *